Rassegna Stampa / Press Review 2021

Logo L'Unione Sarda.it

Motocross, a Riola trionfa Febvre dopo lo show dello spagnolo Prado

Il francese della Kawasaki si aggiudica la prima tappa, davanti a Olsen e Coldenhoff

È il francese della Kawasaki, Romain Febvre, ad aggiudicarsi la Supercampione della prima tappa degli Internazionali d’Italia di Motocross svoltasi oggi a Riola Sardo. Alle sue spalle il danese Thomas Olsen, sull’Husqvarna ufficiale, e l’olandese della Yamaha, Glenn Coldenhoff, entrambi al debutto nelle nuove scuderie.

Il primo degli italiani, e quinto nella Supercampione, è stato il compagno di squadra del vincitore, Ivo Monticelli, anch’egli all’esordio sulla nuova moto. Febvre ha centrato la vittoria dopo essere stato a lungo secondo, alle spalle del ventenne spagnolo Jorge Prado, pilota ufficiale della Ktm costretto al ritiro per un problema meccanico a cinque minuti dal termine. Per l’asturiano, tuttavia, non è stata certo una domenica avara di soddisfazioni, visto che prima di dominare per gran parte della Supercampione, Prado aveva fatto lo stesso nella gara della MX1 trionfando davanti a Coldenhoff e Olsen. Una sfida il cui il primo italiano, Monticelli, aveva chiuso in settima posizione, mentre al quarto posto si era piazzato il belga Horebeek sulla moto della Factory toscana Beta, fresca di ritorno nella competizione.

Nella Mx2 bella prova dell’italiano Nicholas Lapucci (Fantic), secondo dopo essere stato superato sul finale dal belga Geerts (Yamaha). Terzo lo svedese della Yamaha, Edberg, davanti a Mattia Guadagnini su Ktm, protagonista di alcune cadute. In 125 vittoria del norvegese Osterhagen (Fantic), che ha preceduto Valerio Lata e Andrea Rossi, entrambi su Ktm.

I grandi assenti alla tappa organizzata in maniera impeccabile nel circuito “Le Dune” del Motoclub Motorschool Riola, sono stati Tim Gajser e Tony Cairoli (sul posto ma non in gara), vincitori delle precedenti edizioni.

Il prossimo fine settimana si replica con la seconda tappa, in programma al “Lazzaretto” di Alghero.

Vanna Chessa

Romain Febvre il primo grande vincitore del 2021

Romain Febvre del Monster Energy Kawasaki Racing Team è stato il grande vincitore della giornata nel motocross internazionale di apertura della stagione a Riola Sardo in Sardegna.

Con il round di apertura del Campionato Mondiale FIM MXGP ancora a dodici settimane di distanza, né il francese né il suo nuovo compagno di squadra Ivo Monticelli dall’Italia hanno ancora cercato di raggiungere il massimo della forma di gara, infatti entrambi i piloti sono stati lodevolmente riservati nel loro programma di allenamento durante l’inverno dopo ciascuno aveva subito separatamente un’infezione da Covid. La loro enfasi nelle ultime settimane è stata diretta a massimizzare l’erogazione di potenza e la maneggevolezza del KX450-SR in base ai loro stili personali e il successo di questa impresa è stato immediatamente evidente durante l’allenamento mattutino quando Febvre si è qualificato secondo, a solo una frazione di secondo dalla pole, con Monticelli quarto. L’erogazione di potenza regolare della KX450-SR 2021 è stata ulteriormente enfatizzata all’inizio della gara MX1, poiché entrambi i piloti Kawasaki hanno guidato attraverso la prima curva sabbiosa che consuma energia insieme a Jorge Prado, il re dell’holeshot MXGP. Monticelli, che ha ammesso che la sua forza fisica è ancora compromessa dell’infezione da Covid, si è subito stabilito in un ritmo regolare al sesto posto, mentre il francese ha testato la sua velocità di gara spingendo Prado al comando in modo così efficace durante i primi giri in cui ha registrato il giro più veloce della gara prima di rallentare gradualmente il ritmo e non correre rischi quando si è reso conto degli inevitabili effetti di inizio stagione delle braccia dure. Al traguardo Febvre è sesto, Monticelli settimo. Entrambi i piloti Kawasaki hanno nuovamente superato la prima curva della prestigiosa SuperFinale tra i primi tre e Febvre ha nuovamente ombreggiato il primo leader prima di prendere il comando nelle fasi finali per la sua prima vittoria in gara della nuova stagione. Monticelli ha fatto ancora una volta una gara consistente per finire quinto.

Romain Febvre: “Questa mattina ho fatto un buon risultato nella sessione di prove cronometrate e in seguito ho fatto due ottime partenze, proprio quello che volevamo! Nella gara MX1 avevo un buon ritmo gareggiando con Prado ma dopo dieci minuti ho sofferto di braccia dure e non c’era altra opzione che ridurre il passo. Non volevo correre rischi; Ho appena finito la gara e sapevo che non avrei avuto problemi simili alle braccia nella SuperFinal. Ancora una volta ho fatto una buona partenza in seconda e poi ho vinto; è bello ottenere la mia prima vittoria stagionale, anche se non è così significativa dato che mancano ancora alcuni mesi al primo GP. Questa settimana testeremo altre parti per prepararci alle prossime gare “.

Ivo Monticelli: “Alla fine abbiamo fatto due buone manche; abbiamo fatto due buone partenze, che è quello che volevamo per questa prima gara. Sapevo di non essere ancora pronto a correre per la vittoria, quindi ho fatto del mio meglio e l’ho trattato come un allenamento. È il mio temperamento che voglio sempre spingere per stare con gli altri top, ma non ho ancora avuto così tante ore in moto e devo lavorare sulla mia condizione fisica dopo la mia malattia; il team lo apprezza ed è stato felice con me. Avevo un buon ritmo, ho mantenuto il controllo e non ho commesso troppi errori; quello era il nostro obiettivo. Abbiamo ancora molto lavoro da fare per mettere a punto e recuperare la mia condizione fisica, ma sono fiducioso che potremo essere lì quando ne avremo bisogno tra un paio di mesi. Un grande ringraziamento a tutta la squadra; la direzione e i meccanici mi fanno sentire il benvenuto ea mio agio e questa è una buona atmosfera per lavorare insieme con successo. ”

Romain Febvre the first big winner of 2021

Romain Febvre of the Monster Energy Kawasaki Racing Team was the big winner of the day in the opening international motocross of the season at Riola Sardo on Sardinia.

With the opening round of the FIM MXGP World Championship still twelve weeks away neither the Frenchman nor his new teammate Ivo Monticelli from Italy has yet sought to reach peak race form, indeed both riders have been commendably reserved in their training schedule during the winter after each had suffered separately a Covid infection. Their emphasis in recent weeks has been directed to maximise the power delivery and handling of the KX450-SR to their personal styles and the success of this venture was immediately evident in morning training as Febvre qualified second, just a fraction of a second off pole, with Monticelli fourth. The smooth power delivery of the 2021 KX450-SR was further emphasised at the start of the MX1 race as both Kawasaki riders powered through the energy-sapping sandy first turn alongside Jorge Prado, the king of the MXGP holeshot. Monticelli, who admitted that his physical strength is still affected in the aftermath of the Covid infection, immediately settled into a regular rhythm at which he felt comfortable in sixth place, while the Frenchman tested his race speed by pushing Prado for the lead so effectively during the early laps that he recorded the fastest lap of the race before gradually slackening his pace and taking no risks as he became aware of the inevitable early-season effects of arm pump. At the finish Febvre was sixth, Monticelli seventh. Both Kawasaki riders again swept through the first turn of the prestigious SuperFinal in the top three and Febvre again shadowed the early leader before taking over the lead in the closing stages for his first race victory of the new season. Monticelli again rode a consistent race to finish fifth.

 
Romain Febvre: “This morning I posted a good result in the timed practice session and later I got two great starts which is just what we wanted! In the MX1 race I had a good rhythm racing with Prado but after ten minutes I suffered arm pump and there was no other option than to reduce my pace. I didn’t want to take any risks; I just finished the race and I knew that I wouldn’t have similar troubles with my arms in the SuperFinal. Once more I had a good start in second and took the win; it’s nice to get my first victory of the season, even if it’s not so significant as the first GP is still some months away. This week we will test some more parts to prepare for the next races.”
 


Ivo Monticelli: “In the end we had two good motos; we took two good starts, which is what we wanted for this first race. I knew I was not yet ready to race for the win so I just did my best and treated it like a training. It is my temperament that I always want to push to stay with the other top guys but I still didn’t have so many hours on the bike and I need to work on my physical condition after my illness; the team appreciates this and was happy with me. I had a good rhythm, I stayed in control and I didn’t make too many mistakes; that was our goal. We still have a lot of work with fine-tuning and to regain my physical condition but I am confident we can be there when we need it in a couple of months. A big thanks to the entire team; the management and the mechanics make me feel very welcome and comfortable and that is a good atmosphere to work together successfully. “

Febvre Wins Superfinal

Romain Febvre of the Monster Energy Kawasaki Racing Team was the big winner of the day in the opening international motocross of the season at Riola Sardo on Sardinia. For his first race in green, Ivo Monticelli takes an encouraging fifth position. 

With the opening round of the FIM MXGP World Championship still twelve weeks away neither the Frenchman nor his new teammate Ivo Monticelli from Italy has yet sought to reach peak race form, indeed both riders have been commendably reserved in their training schedule during the winter after each had suffered separately a Covid infection.

Their emphasis in recent weeks has been directed to maximise the power delivery and handling of the KX450-SR to their personal styles and the success of this venture was immediately evident in morning training as Febvre qualified second, just a fraction of a second off pole, with Monticelli fourth.

The smooth power delivery of the 2021 KX450-SR was further emphasised at the start of the MX1 race as both Kawasaki riders powered through the energy-sapping sandy first turn alongside Jorge Prado, the king of the MXGP holeshot.

Monticelli, who admitted that his physical strength is still affected in the aftermath of the Covid infection, immediately settled into a regular rhythm at which he felt comfortable in sixth place, while the Frenchman tested his race speed by pushing Prado for the lead so effectively during the early laps that he recorded the fastest lap of the race before gradually slackening his pace and taking no risks as he became aware of the inevitable early-season effects of arm pump.

At the finish Febvre was sixth, Monticelli seventh. Both Kawasaki riders again swept through the first turn of the prestigious SuperFinal in the top three and Febvre again shadowed the early leader before taking over the lead in the closing stages for his first race victory of the new season. Monticelli again rode a consistent race to finish fifth.

Romain Febvre: “This morning I posted a good result in the timed practice session and later I got two great starts which is just what we wanted! In the MX1 race I had a good rhythm racing with Prado but after ten minutes I suffered arm pump and there was no other option than to reduce my pace. I didn’t want to take any risks; I just finished the race and I knew that I wouldn’t have similar troubles with my arms in the SuperFinal. Once more I had a good start in second and took the win; it’s nice to get my first victory of the season, even if it’s not so significant as the first GP is still some months away. This week we will test some more parts to prepare for the next races.”

Ivo Monticelli: “In the end we had two good motos; we took two good starts, which is what we wanted for this first race. I knew I was not yet ready to race for the win so I just did my best and treated it like a training. It is my temperament that I always want to push to stay with the other top guys but I still didn’t have so many hours on the bike and I need to work on my physical condition after my illness; the team appreciates this and was happy with me. I had a good rhythm, I stayed in control and I didn’t make too many mistakes; that was our goal. We still have a lot of work with fine-tuning and to regain my physical condition but I am confident we can be there when we need it in a couple of months. A big thanks to the entire team; the management and the mechanics make me feel very welcome and comfortable and that is a good atmosphere to work together successfully.

Monster Energy Kawasaki Racing Team MXGP would like to thank: Kawasaki, Monster Energy, Alpinestars, Motorex, Pro Circuit, Dunlop, Showa, Xtrig, Renthal, Vertex, Polisport, Hinson, Wagner meca, Braking, Kawasaki Apparel, D.I.D, Twin Air, NGK, Blackbird, Cometic, Antigravity batteries, Haan Wheels, Beta, CRM, Samco Sport, JTEKT, Ogio, Mechanix Wear, Matrix concepts, Mollar. 

Riola Sardo – Ergebnis Superchampionat Wertungslauf

Bei dem im Rahmen des Auftakts zur Internationalen Italienischen MX-Meisterschaft 2021 in Riola Sardo gefahrenen Lauf zum Superchampionat der jeweils besten 20 MX1- und MX2-Piloten war es erneut der Spanier Jorge Prado (KTM), der sich den Holeshot schnappte und danach lange Zeit das 40-köpfige Fahrerfeld mit Romain Febvre (Kawasaki) und Glenn Coldenhoff (Yamaha) im Schlepptau anführte. Gegen Mitte des Rennens schied Prado aber mit Problemen an seinem Bike aus dem Rennen aus und machte  damit den Weg frei für einen Laufsieg von Romain Febvre. Der Franzose setzte sich mit knappen Vorsprung gegen Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) durch, der in Runde elf Glenn Coldenhoff hinter sich lassen konnte. Während Jeremy van Horebeek (Beta) und Ivo Monticelli (Kawasaki) die Top 5 beim Zieleinlauf vervollständigten, finishte Nicholas Lapucci (Fantic) als bester MX2-Teilnehmer auf  Rang sechs.

Der Thüringer Tom Koch (KTM) verpasste nach einem Start auf Rang dreizehn am Ende als Elfter nur knapp die Top 10, derweil sich der Brandenburger Maximilian Spies (Fantic) im Rennverlauf on Rang 19 auf Platz 15 verbessern konnte. Vincent Peter (KTM) beendete das Rennen bereits nach acht Runden.

ERGEBNIS SUPERCHAMPIONAT WERTUNGSLAUF
Febvre Romain (FRA, KAW), 16 Runden

  1. Olsen Thomas K. (DEN, HUS), +01.314
  2. Coldenhoff Glenn (NED, YAM), +17.181
  3. Van Horebeek Jeremy (BEL, BET), +48.754
  4. Monticelli Ivo (ITA, KAW), +53.819
  5. Lapucci Nicholas (ITA, FAN), +1:04.029
  6. Forato Alberto (ITA, GAS), +1:14.289
  7. Geerts Jago (BEL, YAM), +1:20.536
  8. Lupino Alessandro (ITA, KTM), +1:32.727
  9. Ostlund Alvin (SWE, YAM), +1:37.944
  10. Koch Tom (GER, KTM), +1:39.222
  11. Guadagnini Mattia (ITA, KTM), +1:45.920
  12. Lesiardo Morgan (ITA, HON), +1:52.360
  13. Bernardini Samuele (ITA, HON), +1 Rnd.
  14. Spies Maximilian (GER, FAN), +1 Rnd.
  15. Edberg Tim (SWE, YAM), +1 Rnd.
  16. Adamo Andrea (ITA, GAS), +1 Rnd.
  17. Palsson Max (SWE, KTM), +1 Rnd.
  18. Sandner Michael (AUT, KTM), +1 Rnd.
  19. Horgmo Kevin (NOR, GAS), +1 Rnd.
  20. Barbaglia Eugenio A. (ITA, GAS), +1 Rnd.
  21. Razzini Pietro (ITA, YAM), +1 Rnd.
  22. Tuani Federico (ITA, HUS), +1 Rnd.
  23. Lugana Paolo (ITA, KTM), +1 Rnd.
  24. Giuzio Raffaele M. (ITA, HUS), +1 Rnd.
  25. Del Coco Matteo (ITA, KTM), +1 Rnd.
  26. Contessi Alessandro (ITA, KAW), +1 Rnd.
  27. Roncoli Andrea (ITA, GAS), +2 Rnd.
  28. Scheiwiller Cyrill (SUI, KTM), +2 Rnd.
  29. Oriol Oliver V. (SPA, YAM), +2 Rnd.
  30. La Scala Andrea (ITA, GAS), +2 Rnd.
  31. Salina Pietro (ITA, FAN), +2 Rnd.
  32. Deghi Gianluca (ITA, HON), +3 Rnd.
  33. Clochet Jimmy (FRA, BET), +4 Rnd.
  34. Cenerelli Gianmarco (ITA, HUS), +6 Rnd.
  35. Prado Garcia Jorge (ESP, KTM), +7 Rnd.
  36. Di Marziantonio Gianluca (ITA, KTM), +7 Rnd.
  37. Peter Vincent (GER, KTM), +8 Rnd.
  38. De Bortoli Davide (ITA, HON), +10 Rnd.
  39. Scuteri Emilio (ITA, HON), 11 Rnd.

Erfahre mehr beim CROSS Magazin
Bei uns findest du das neuste zu Motocross und Supercross.
https://crossmagazin.de/news/pressemitteilungen/riola-sardo-ergebnis-superchampionat-wertungslauf

Internazionali d’Italia Motocross: prove di Mondiale a Riola Sardo

Primo atto dei tre in programma: con Tony Cairoli ai box (“Non ho più male alla spalla ed il ginocchio risponde bene”), i protagonisti in pista sono Romain Febvre (Kawasaki) e Jorge Prado (Ktm)

Francesco Dragonetti

Fame di moto, di gare e di sfide. La serie degli Internazionali d’Italia di Motocross è uno dei primi eventi a saziare la voglia di corse. Se negli States i migliori piloti dell’indoor si stanno confrontando nell’Ama Supercross, alcuni dei più forti atleti del Mondiale Motocross hanno iniziato a sfidarsi in Sardegna. A Riola Sardo infatti è andato in scena il primo appuntamento del campionato, che sarà seguito da quelli di Alghero (7 marzo) e Mantova (14 marzo).

I PROTAGONISTI

Con Tony Cairoli in fase di recupero dall’operazione al ginocchio sinistro e a bordo pista per assistere alle gare, i protagonisti del confronto sono stati Romain Febvre e Jorge Prado. Il francese della Kawasaki ha vinto la classe Supercampione (che riunisce i migliori di MX1 e MX2), lo spagnolo della Ktm ha conquistato la manche riservata alla classe regina. Tra le 450, Prado è rimasto in testa ad ogni passaggio e nella heat successiva avrebbe potuto fare il bis, ma a metà manche è stato costretto al ritiro lasciando il via libera a Febvre. Coldenhoff e Olsen hanno completato il podio in MX1, scambiandosi le posizioni nella Supercampione.

TONY CAIROLI

C’era anche Tony Cairoli alla prima degli Internazionali d’Italia di Motocross a Riola Sardo. Non dietro al cancelletto, ma a bordo pista perché il siciliano – che sta si sta allenando proprio sull’isola – a dicembre si era sottoposto ad un intervento chirurgico al ginocchio e ha comprensibilmente preferito non entrare in bagarre. “La preparazione procede bene, anche se sono passati pochi mesi dall’operazione. Ho iniziato ad andare in moto da circa venti giorni e ad oggi non sarei in grado di partecipare ad una manche di 30 minuti. Mi sto allenando, il ginocchio risponde positivamente e finalmente non ho più male alla spalla, il che mi aiuta molto soprattutto nella guida sulla sabbia. Sono contento, ma l’obiettivo è farmi trovare pronto per il Mondiale (al via il 23 maggio in Olanda, n.d.r.) e non è il caso di rischiare con queste gare pre-stagionali, il cui livello è molto alto”.

ALTRE CLASSI

—   

Nella MX2 successo del vice iridato Jago Geerts su Yamaha. Alle sue spalle, Nicholas Lapucci (Fantic) e Tim Edberg (Yamaha). Nelle due manche della 125 il norvegese Hakon Osterhagen (Fantic) ha fatto il pieno di vittorie e di punti vincendo davanti a Valerio Lata (Ktm) e Andrea Rossi (Ktm).

Romain Febvre : “Une première victoire cette saison, c’est sympa !”

Romain Febvre a remporté ce dimanche la première Superfinale de la saison à Riola Sardo, première épreuve du championnat d’Italie. Sixième de la manche MX1 après avoir souffert de douleurs aux avant-bras, le pilote Kawasaki profitait de l’abandon de Jorge Prado dans la finale opposant pilote MX1 et MX2 pour clôturer la première journée de compétition de 2021 sur une victoire.

“J’ai signé de bons temps aux essais et j’ai pu ensuite prendre de bons départs dans les deux manches, ce qui était l’objectif pour nous aujourd’hui”, commente le pilote français. “Dans la manche MX1, j’avais un bon rythme en début de course alors que je roulais avec Jorge Prado. Mais, après 10 minutes, j’ai commencé à avoir mal aux bras et je n’ai pas eu d’autre solution que de réduire le rythme. Il était hors de question aujourd’hui de prendre le moindre risque. Je me suis contenté de rejoindre l’arrivée, tout en sachant que je souffrirais plus des bras dans la Superfinale.”

“En fin de journée, j’ai de nouveau pu prendre un bon départ et cette fois je me suis même imposé”, se réjouit Febvre. “C’est sympa de repartir avec ma première victoire de la saison en poche. Mais cela ne vaut pas dire grand-chose car le début de la saison MXGP n’est pas pour tout de suite. Cette semaine, nous allons nous concentrer sur le testing de quelques nouvelles pièces afin de préparer les prochaines épreuves.”

Internazionali Mx d’Italia Riola Buona la prima per Febvre, Prado sfortunato

Una Sardegna alla vigilia della primavera ha accolta la prima prova degli “Internazionali d’Italia MX EICMA Series” di motocross. Come sempre alla pista “Le Dune” si apre la stagione di gare internazionali in Europa, come sottolineato dal Presidente della Federazione Motociclistica Italiana, Giovanni Copioli. Tanti piloti stranieri al via e con Tony Cairoli a bordo pista come spettatore, ancora convalescente ma con tanta voglia di rientrare in pista da protagonista. Bellissime gare, molto tirate e con tanti colpi di scena, che hanno entusiasmato gli spettatori, soprattutto on line grazie alla diretta web.

SUPERCAMPIONE – Tanti i colpi di scena in questa manche, dove a conquistare l’Hole-Shot EICMA e il “Best Lap – 24MX” è stato Jorge Prado (Red Bull KTM Factory Racing), che nei primi giri ha cercato di allungare sui suoi avversari, capitanati da Romain Febvre (Monster Energy Kawasaki Racing Team), seguiti da Glenn Coldenhoff (Monster Energy Yamaha Factory MXGP), Nicholas Lapucci (Fantic Factory Team Maddii) e Thomas Olsen (Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing). Lapucci non è riuscito a tenere il ritmo dei primi, perdendo alcune posizioni, mentre Olsen ha recuperato portandosi a ridosso dei primi. A circa 5 minuti dalla fine il leader spagnolo della KTM Prado è rientrato nella corsia box abbandonando la gara e lasciando così il comando al francese della Kawasaki Febvre. Alle spalle del vincitore hanno finito Olsen, Coldenhoff, Van Horebeek (SDM Corse Beta MX) e il primo degli italiani Ivo Monticelli (One Two Eight -Kawasaki).

MX1 – Jorge Prado (Red Bull KTM Factory Racing) ha dominato questa manche della MX1, scattando al comando conquistando l’Hole-Shot EICMA e allungando su tutti gli avversari capitanati da Romain Febvre (Monster Energy Kawasaki Racing Team). Il pilota francese della Yamaha è scivolato a circa 10 minuti dalla fine andando a concludere al sesto posto, dopo aver fatto segnare il miglior tempo sul giro e così conquistando il premio “Best Lap – 24MX”. Terzo nelle prime fasi di gara Alessandro Lupino (MRT Racing Team KTM), che ha battagliato con Glenn Coldenhoff (Monster Energy Yamaha Factory MXGP) e Thomas Olsen (Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing). Coldenhoff ha tirato dando il massimo e conquistato il secondo posto finale, seguito da Olsen e Jeremy Van Horebeek (SDM Corse Beta MX).

MX2 – Gara tiratissima fin dal via in MX2, con Nicolas Lapucci (Fantic Factory Team Maddii) che scatta velocissimo conquistando l’Hole-Shot EICMA, seguito da Mattia Guadagnini (Red Bull KTM Factory Racing) e il belga Jago Geerts (Monster Energy Yamaha Factory MX2). I primi erano in bagarre ravvicinata e mentre Guadagnini cercava di superare il leader ha allungato una staccata al termine del rettilineo a fianco della pit lane e prima della curva che porta al finish line ha perso il controllo della sua KTM ed è caduto, rialzandosi al quinto posto. Durante la gara è riuscito a recuperare diverse posizioni prima di scivolare nuovamente, ma il suo ottimo ritmo di gara gli ha fatto conquistare il premio “Best Lap – 24MX”. Verso il fine gara Geert, approfittando anche dei numerosi doppiaggi, supera Lapucci e allunga fino alla bandiera a scacchi. Terzo conclude lo svedese Tim Edberg (Yamaha), seguito dallo sfortunato Mattia Guadagnini.

125 – Gare tiratissime dove i giovani hanno dato dimostrazione di essere agguerriti e con tanta voglia di vincere. Podio di gara uno e gara due invariati con Hakon Osterhagen (Fantic Factory Team Maddii), Valerio Lata (MRT Racing Team KTM) e Andrea Rossi (Mxone KTM). In gara uno il norvegese della Fantic è partito al comando andando a vincere, ma in gara due invece ha dovuto faticare, nonostante il miglior giro (come in gara 1) con il “Best Lap – 24MX”. Al comando della seconda manche conquistando l’Hole-Shot EICMA è stato Valerio Lata, che è stato superato dopo pochi metri da Andrea Rossi. I due italiani hanno fatto un bellissimo duello, ma a circa 8 minuti dalla fine Rossi si è fatto superare da Osterhagen e l’italiano subito dopo è caduto in una curva, a tutto vantaggio di Lata. Rossi si è rialzato ma ha concluso così sull’ultimo gradino del podio.

Febvre, consciente de que queda mucho para el MXGP

Romain Febvre fue el mejor en la Superfinal de la primera prueba del Campeonato Internacional Italiano en Riola Sardo, aunque es muy consciente de que falta mucho para el 23 de mayo, cuando se inicie el Mundial de MXGP en Oss, Holanda.

Tras la victoria, el francés y su equipo Kawasaki seguirán probando nuevos aspectos para que su máquina sea mucho más competitiva. Sin duda, la pretemporada de este 2021 se nos va a hacer muy larga.

Romain Febvre: “Esta mañana logré un buen resultado en la sesión de entrenamientos cronometrados y más tarde hice dos grandes salidas, ¡que es justo lo que queríamos! En la carrera de MX1 tuve un buen ritmo corriendo con Prado pero a los diez minutos sufrí un bombeo en el brazo y no me quedó otra opción que reducir el ritmo. No quería correr ningún riesgo; Acabo de terminar la carrera y sabía que no tendría problemas similares con mis brazos en la SuperFinal. Una vez más tuve una buena salida en segundo lugar y me llevé la victoria; Es bueno conseguir mi primera victoria de la temporada, aunque no sea tan importante porque aún faltan algunos meses para el primer GP. Esta semana probaremos algunas piezas más para prepararnos para las próximas carreras”.

ROMAIN FEBVRE IL PRIMO GRANDE VINCITORE DEL 2021 – KRT TEAM REPORT

Romain Febvre del Monster Energy Kawasaki Racing Team è stato il grande vincitore della giornata nel motocross internazionale di apertura della stagione a Riola Sardo in Sardegna.

Con il round di apertura del Campionato Mondiale FIM MXGP ancora a dodici settimane di distanza, né il francese né il suo nuovo compagno di squadra Ivo Monticelli dall’Italia hanno ancora cercato di raggiungere il massimo della forma di gara, infatti entrambi i piloti sono stati lodevolmente riservati nel loro programma di allenamento durante l’inverno dopo ciascuno aveva subito separatamente un’infezione da Covid.

La loro enfasi nelle ultime settimane è stata diretta a massimizzare l’erogazione di potenza e la maneggevolezza del KX450-SR in base ai loro stili personali e il successo di questa impresa è stato immediatamente evidente durante le prove mattutine quando Febvre si è qualificato secondo, a solo una frazione di secondo dalla pole, con Monticelli quarto.

L’erogazione di potenza regolare della KX450-SR 2021 è stata ulteriormente enfatizzata all’inizio della gara MX1, poiché entrambi i piloti Kawasaki hanno guidato attraverso la prima curva sabbiosa che consuma energia insieme a Jorge Prado, il re dell’holeshot MXGP. Monticelli, che ha ammesso che la sua forza fisica è ancora compromessa all’indomani dell’infezione da Covid, si è subito stabilito in un ritmo regolare al sesto posto, mentre il francese ha testato la sua velocità di gara spingendo Prado al comando in modo così efficace durante i primi giri in cui ha registrato il giro più veloce della gara prima di rallentare gradualmente il ritmo e non correre rischi quando si è reso conto degli inevitabili effetti di inizio stagione dell’indurimento degli avambracci. Al traguardo Febvre è sesto, Monticelli settimo. Entrambi i piloti Kawasaki hanno nuovamente superato la prima curva della prestigiosa SuperFinal tra i primi tre e Febvre ha nuovamente ombreggiato il primo leader prima di prendere il comando nelle fasi finali per la sua prima vittoria in gara della nuova stagione. Monticelli ha fatto ancora una volta una gara consistente per finire quinto.

Romain Febvre: “Questa mattina ho fatto un buon risultato nella sessione di prove cronometrate e in seguito ho fatto due ottime partenze, proprio quello che volevamo! Nella gara MX1 avevo un buon ritmo gareggiando con Prado ma dopo dieci minuti ho sofferto di arm-pump e non c’era altra opzione che ridurre il passo. Non volevo correre rischi; Ho appena finito la gara e sapevo che non avrei avuto problemi simili alle braccia in SuperFinal. Ancora una volta ho fatto una buona partenza in seconda e ho vinto; è bello ottenere la mia prima vittoria stagionale, anche se non è così significativa dato che mancano ancora alcuni mesi al primo GP. Questa settimana testeremo altre parti per prepararci alle prossime gare “.

Ivo Monticelli: “Alla fine abbiamo fatto due buone manche; abbiamo fatto due buone partenze, che è quello che volevamo per questa prima gara. Sapevo di non essere ancora pronto a correre per la vittoria, quindi ho fatto del mio meglio e l’ho trattato come un allenamento. È il mio temperamento che voglio sempre spingere per stare con gli altri top, ma non ho ancora avuto così tante ore in moto e devo lavorare sulla mia condizione fisica dopo la mia malattia; il team lo apprezza ed è stato felice con me. Avevo un buon ritmo, ho mantenuto il controllo e non ho commesso troppi errori; quello era il nostro obiettivo. Abbiamo ancora molto lavoro da fare per mettere a punto e recuperare la mia condizione fisica, ma sono fiducioso che potremo essere lì quando ne avremo bisogno tra un paio di mesi. Un grande ringraziamento a tutta la squadra; la direzione e i meccanici mi fanno sentire i benvenuti ea mio agio e questa è una buona atmosfera per lavorare insieme con successo. ”